Letra Come e profondo il mare de Lucio Dalla

Etiquetas:
Letra de canción
Italiano
Enviar a un amigo |


Otras canciones de Lucio Dalla

Song Scroller

Visitar letra | Letras de canciones
 
Color de fondo


Color de la letra

Copia este código y pégalo en tu blog o web para mostrar el song-scroller de Album Cancion y Letra

Califica la calidad de esta letra
Espere un momento...
Puntaje: 4,00/5. Total votos: 0

Siamo noi, siamo in tanti,
ci nascondiamo di notte
per paura degli automobilisti,
dei linotipisti
siamo gatti neri, siamo pessimisti, siamo i cattivi pensieri,
non abbiamo da mangiare, come è profondo il mare,
come è profondo il mare.
Babbo che eri un gran cacciatore di quaglie e di fagiani
caccia via queste mosche che non mi fanno dormire,
che mi fanno arrabbiare,
come è profondo il mare, come è profondo il mare.
E` inutile non c'è più lavoro, non c'è più decoro
Dio o chi per lui sta cercando di dividerci,
di farci del male,
di farci annegare,
come è profondo il mare come è profondo il mare.
Con la forza di un ricatto l'uomo divento qualcuno,
resuscito anche i morti, spalanco prigioni, blocco sei treni
con relativi vagoni,
innalzo per un attimo il povero a un ruolo difficile
da mantenere poi lo lascio cadere
a piangere e a urlare
solo in mezzo al mare,
come è profondo il mare.
Poi da solo l'urlo divento un tamburo e il povero,
come un lampo,
nel cielo sicuro,
comincio una guerra per conquistare quello scherzo di terra
che il suo grande cuore doveva coltivare,
come è profondo il mare
come è profondo il mare.
Ma la terra gli fu portata via compresa quella rimasta addosso
fu scaraventato in un palazzo o in un fosso, non ricordo bene,
poi una storia di catene, bastonate e chirurgia sperimentale.
Come è profondo il mare, come è profondo il mare.
Intanto un mistico, forse un aviatore, scoprì la commozione
che rimise d'accordo tutti, i belli con i brutti,
con qualche danno per i brutti che si videro consegnare
un pezzo di specchio così da potersi guardare,
come è profondo il mare, come è profondo il mare.
Frattanto i pesci, dai quali discendiamo tutti,
assistettero curiosi, al dramma collettivo di questo mondo
che a loro indubbiamente doveva sembrare cattivo
e cominciarono a pensare, nel loro grande mare,
come è profondo il mare.
Nel loro grande mare, come è profondo il mare.
E` chiaro che il pensiero d?
fastidio anche se chi pensa è muto come un pesce
anzi è un pesce e come pesce è difficile da bloccare
perchè lo protegge il mare, come è profondo il mare.
Certo chi comanda non è disposto a fare distinzioni poetiche
il pensiero è come l'oceano,
non lo puoi bloccare, non lo puoi recintare.
Così stanno bruciando il mare,
così stanno uccidendo il mare
così stanno umiliando il mare,
così stanno piegando il mare.