Letra Fotografie de Gianluca Capozzi

Etiquetas:
Letra de canción
Italiano
Enviar a un amigo |


Otras canciones de Gianluca Capozzi

Song Scroller

Visitar letra | Letras de canciones
 
Color de fondo


Color de la letra

Copia este código y pégalo en tu blog o web para mostrar el song-scroller de Album Cancion y Letra

Califica la calidad de esta letra
Espere un momento...
Puntaje: 4,00/5. Total votos: 0

Vorrei capire se sei tu
seduta al tavolo laggiù
ma qui fra gente luci e fumo nun te veg cchiù
appari solo un pò più in la
e per un attimo chissà
forse mi sbaglio ma di nuovo te veg e passà
sono sicuro ormai sei tu
capelli lunghi un pò di più
ma sempre bella come nei ricordi che ho di noi
che strano effetto che mi fa
nun riesco manc a te guardà
e bevo ancora un'altra birra pe nun ce penza
sto male ma tu non lo sai
e quindi mi presenti lui
somiglia a me ma già lo so che non lo ammetterai
la testa dura che tu hai
insieme con gli sbagli miei
hanno distrutto quel che c'era tra di noi
e chi sa se tu ce pienze maie

Chi lo sà se hai già buttato via tutte le mie fotografie
o se le tieni chiuse in camera
nel cassetto quello dove sai che non ci guarderebbe lui
o almeno speri
Chi lo sà se un pò di nostalgia
ti bagna il viso e poi va via
chiurenne l'uocchie pe nun chiagner
quando guardi in quella dove noi
stretti abbracciati più che mai
pe sott'a l'acqua a cammenà
Dio ra pioggia s'avetta scurdà
e tra i palazzi di città
giurast e me vule spusà

Ritorno dagli amici miei
e tu sparisci insieme a lui
non esci solo dal locale, ma dai giorni miei
potrei provarci ma sò già
ca nun riuscesse a te fermà
non sei una donna che ritorna
nun saje perdunà
così testarda come sei
non hai voluto farlo mai
comme quella volta che mi hai visto insieme a lei
vorrei non averlo fatto sai
Tomado de AlbumCancionYLetra.com
Chi lo sà se hai già buttato via tutte le mie fotografie
o se le tieni chiuse in camera
nel cassetto quello dove sai che non ci guarderebbe lui
o almeno speri
Chi lo sà se un po di nostalgia
ti bagna il viso e poi va via
chiurenne l'uocchie pe nun chiagnere
quando guardi in quella dove noi
stretti abbracciati più che mai
pe sott'a l'acqua a cammenà
Dio ra pioggia s'avetta scurdà
e tra i palazzi di città
giuraste e me vule spusà....