Letra Giustina de Dalida

Etiquetas:
Letra de canción
Italiano
Enviar a un amigo |


Otras canciones de Dalida

Song Scroller

Visitar letra | Letras de canciones
 
Color de fondo


Color de la letra

Copia este código y pégalo en tu blog o web para mostrar el song-scroller de Album Cancion y Letra

Califica la calidad de esta letra
Espere un momento...
Puntaje: 5,00/5. Total votos: 1

Coi cesti sulle spalle
Passava ogni mattina
Piegata dalla vita
La povera Giustina

Coi cesti sulle spalle
Tornava a tarda sera
Silente e solitaria
Nella sua veste nera

Avevo sette anni
E mi sembrava anziana
Più vecchia dell'ulivo
Vicino alla fontana
Pero mia madre sempre
In fondo alla cucina

Gridava al suo passaggio
Saluti a voi Giustina

Sedeva li da sola
Davanti alla sua casa
E fino a tarda notte
La luce stava accesa

Nè figli nè nipoti
Soltanto un vecchio cane
Col quale divideva
I ceci oppure il pane

Avevo sedicianni
E la trovavo brutta
Come quei rami secchi
Che plù non dannofrutta
Pero mia madre sempre
In fondo alla cucina

Gridava al suo passaggio
Saluti a voi Ginstina

Un giorno per la via
Lei smise di passare
La sera le campane
Si misero a suonare

Lei era morta sola
A novantinni e un giorno
A quell'età si è soli
Anche coi figli intorno

Ed io che avrei compiuto
Trentanni a primavera
Senti la giovinezza
Partire quella sera
Non c'era più mia madre
In fondo alla cucina
Tomado de AlbumCancionYLetra.com
E allora le gridai
Addio
Addio Giustina